23/11/2023

Fondo di Garanzia Prima Casa Milano e provincia: come funziona, chi può richiederlo, quali requisiti

Il Fondo di Garanzia Prima Casa è un fondo statale gestito da Consap – Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A. che interviene a garanzia del 50% della quota capitale nell’acquisto della prima casa per alcune tipologie di soggetti che altrimenti potrebbero avere difficoltà nel richiedere e ottenere un mutuo. Il Fondo di Garanzia Prima Casa è stato creato nel 2014 e prorogato ancora fino al 31 dicembre 2024, anche per l’acquisto o la ristrutturazione di immobili destinati a prima abitazione a Milano e provincia. 

Vediamo allora come funziona, chi può richiederlo e quali requisiti è necessario soddisfare.

Fondo di Garanzia Prima Casa: cos’è

Il Fondo di Garanzia Prima Casa è uno strumento finanziario che estende le garanzie di alcuni soggetti offrendo loro una posizione finanziaria più solida e riducendo i rischi nel momento della richiesta di un mutuo ipotecario per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa. Si indirizza tipicamente a chi, nel momento in cui deve richiedere un mutuo, si ritrova nella condizione di non poter offrire sufficienti garanzie, per condizione lavorativa o patrimoniale.

La garanzia dello Stato può essere richiesta e utilizzata, solo ed esclusivamente, per le domande di acquisto, ristrutturazione ed efficientamento energetico di un immobile risultante come prima casa di residenza e non inserito nelle categorie di lusso. Inoltre il titolare non deve possedere altri immobili di residenza.

Chi può richiederlo

Sono necessari alcuni requisiti per poter accedere al Fondo Garanzia per la Prima casa, in particolare per la tipologia di immobile. I requisiti principali sono:

  1. Immobile situato in Italia e NON di lusso;
  2. Abitazione come prima casa di residenza;
  3. Mutuo ipotecario di importo pari o inferiore a 250.000 euro.

Per non essere considerato di lusso un immobile NON deve essere inserito nelle categorie A1, case signorili, A8, ville o A9, castelli e immobili di pregio storico e artistico.

Tutti possono accedere al fondo se rispettano le indicazioni dette sopra tuttavia ci sono alcune categorie di persone che accedono con priorità e hanno diritto a un tasso contenuto entro il TEGM, rilevato trimestralmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze:

  1. Giovani coppie sposate o regolarmente conviventi da almeno due anni dove uno dei coniugi ha un’età inferiore ai 36 anni;
  2. Famiglie monogenitoriali con figli minorenni;
  3. Persone beneficiarie di un alloggio popolare;
  4. Giovani di età inferiore ai 36 anni.

Inoltre per gli under 36 c’è un mutuo dedicato, che riguarda i giovani fino ai 35 anni compiuti e altre categorie fragili, con un reddito Isee entro i 40.000 euro che richiedono un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale con un rapporto capitale del mutuo su valore della casa (cosiddetto LTV, loan to value) superiore all’80%. 

Quali tassi vengono applicati?

Per i mutui ai quali è riconosciuta la priorità il tasso effettivo globale (TEG) non può essere superiore al tasso effettivo globale medio (TEGM) indicato trimestralmente dal Ministero dell’Economia.

Come presentare la domanda al Fondo di Garanzia Prima Casa

La domanda di accesso al Fondo di Garanzia Prima Casa si presenta direttamente presso l’istituto bancario che erogherà il mutuo, utilizzando i moduli messi a disposizione sul sito ufficiale del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Prima della presentazione è necessario verificare l’adesione della banca alla convenzione, consultando gli elenchi della Consap S.p.A., oppure richiedendo maggiori informazioni direttamente presso il proprio istituto bancario.

I tempi per la lavorazione della pratica sono di massimo 20 giorni, entro i quali la Consap deve notificare l’esito della richiesta all’istituto di credito, dopo aver terminato la verifica delle condizioni e della disponibilità economica del fondo. In seguito la banca ha 90 giorni di tempo per procedere con l’erogazione del mutuo coperto dalla garanzia statale.
C’è da sottolineare come entro questi tempi la banca può anche rifiutare la concessione del mutuo, rimanendo infatti l’unico soggetto in grado di confermare o meno in ultima istanza il possesso dei requisiti per l’erogazione del finanziamento.

Per maggiori informazioni sulle compravendite attraverso il Fondo di Garanzia Prima Casa potete rivolgervi a Gruppo Casatua, network di agenzie di intermediazione immobiliare che opera a Milano e nell’hinterland con filiali nei comuni di Arese, Bollate e Lainate.

Articoli simili
20 Maggio 2024
Compromesso e rogito: le differenze e quanto tempo passa tra l'uno e l'altro
La compravendita di una casa è un processo che comprende vari passaggi, spesso fonte di…
17 Aprile 2024
Casa ereditata: meglio vendere o affittare?
Una casa ereditata investe molti aspetti della vita di una persona. C'è prima di tutto…
19 Marzo 2024
Comprare casa per investimento a Milano: in quali quartieri e quali immobili?
Milano, la metropoli che non dorme mai, continua a essere attraente per gli investitori immobiliari,…